Oggi inizia ufficialmente il lavoro della nuova Giunta regionale guidata dal nostro Presidente Eugenio Giani, che ringrazio nuovamente per la fiducia e la stima che mi ha accordato. Una giornata importante e, non posso negarlo, anche molto emozionante. Guidare la sanità toscana è per me un grande onore e una grande responsabilità, soprattutto in un momento storico come questo. Sento il peso di questo incarico e mi impegno fin da ora ad agire con responsabilità, impegno e umiltà, ascoltando e coinvolgendo tutti i soggetti coinvolti per vincere insieme la sfida dell’emergenza sanitaria in corso e le altre che ci attendono. Ricevo un’eredità importante da Enrico Rossi, a cui rivolgo un ringraziamento particolare per il grande e prezioso lavoro svolto, ma anche da Stefania Saccardi e Stefano Scaramelli, che hanno ben guidato la sanità regionale negli ultimi anni e saranno punti di riferimento preziosi per il lavoro che ci attende, all’insegna della massima collaborazione. Solo con il lavoro in team e un autentico spirito di squadra si possono raggiungere gli ambiziosi obiettivi che ci prefiggiamo. Il sistema sanitario toscano è tra i migliori d’Italia, e quindi del mondo. Non mancano certo criticità e aspetti da migliorare, ma il lavoro fatto in decenni di buon governo ci consegna oggi un sistema in salute e all’avanguardia, come sta dimostrando in questo anno estremamente difficile.

Quando si parla di sistema sanitario mi piace ricordare sempre l’articolo 32 della nostra Costituzione, che ci indica in modo mirabilmente sintetico e chiaro l’orizzonte di senso entro cui collocare la sua mission e la sua stessa esistenza: “La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti”. Desidero ringraziare tutti coloro che mi hanno inviato messaggi negli ultimi giorni e nelle ultime ore, sono davvero tantissimi. Mi scuso fin da ora se non sono riuscito e non riuscirò a rispondere ad ognuno di voi. Spero nel tempo di riuscire a ringraziarvi uno per uno, ma come dicevo ora non c’è tempo da perdere, sono già al lavoro sull’emergenza Covid-19. Vi comunico infatti che già oggi nel primo pomeriggio incontrerò insieme al Presidente Giani i dirigenti apicali del settore sanitario a livello regionale per fare insieme il punto sulla gestione dell’emergenza. Subito al lavoro, quindi, senza perdere nemmeno un minuto.