Qualche mese fa, contestualmente all’approvazione da parte del Consiglio del Piano straordinario di razionalizzazione delle società partecipate dalla regione Toscana (DCR 84/2017), avevo presentato assieme ad altri colleghi un ordine del giorno per avere maggiore chiarezza circa il percorso che si voleva intraprendere rispetto alle società termali, al fine di salvaguardare un settore importante per numerose aree della Toscana (si pensi a Chianciano Terme) e prospettare un rilancio complessivo.  Ecco la risposta della Giunta

Condividi su