Qualche settimana fa avevo presentato una mozione, assieme ad altri colleghi del PD, in merito al divieto di concedere gli spazi e le sedi di cui dispone la Regione Toscana ai movimenti neofascisti. In questi giorni ci è arrivata la risposta della Giunta che va nella direzione auspicata, ovvero verso la regolamentazione in maniera esplicita del divieto di utilizzo di sale e spazi all’interno delle proprie sedi per manifestazioni razzistiche, xenofobe e antidemocratiche, omofone, discriminatorie e antisemite. Questa la risposta della giunta.

Condividi su