Nei mesi scorsi il consiglio regionale aveva approvato una mozione di cui sono primo firmatario, presentata assieme ai colleghi Scaramelli e Marras, sulla situazione degli ex lavoratori Floramiata e più in generale sulla necessità di far partire interventi per lo sviluppo dell’Amiata.

In settimana è arrivata la risposta della giunta che fa il punto della situazione. Qualcosa si sta sbloccando (da marzo 2018 si potranno presentare le domande per il saldo dell’indennità di disoccupazione) e sono operative alcune misure relative all’assegno per la ricollocazione e all’incentivo assunzionale per le imprese delle aree di crisi, tra le quali l’Amiata. Altre misure, come il Piano per l’occupazione, tardano a diventare operativi a causa di alcuni ritardi a livello nazionale.

Per un quadro complessivo, rinvio a questo link con tutte le informazioni del caso.

Condividi su