Lo scorso giugno avevo ho presentato un’interrogazione scritta, assieme al collega Marco Niccolai (PD), riguarda lo stato di avanzamento del monitoraggio sul numero degli ungulati all’interno delle aree protette in Toscana, così come previsto dalla legge obiettivo, oltre che per sapere notizie circa l’approvazione del piano di contenimento nelle aree protette con una densità critica di ungulati al proprio interno, con particolare riferimento ai cervidi nelle zone di ripopolamento e cattura.  Un problema, quello dei danni dei cervidi ai vigneti, segnalato con grande forza dagli agricoltori senesi.  Questa era l’interrogazione presentata a suo tempo, questa invece è la risposta che ci è arrivata questa settimana dalla Giunta regionale che fa il punto sulle questioni poste.

Condividi su